159949

sticky corner topScopri le nuove iniziative

HomeIpoacusiaPersonaggi famosi

Personaggi famosi

In questa sezione vi presentiamo brevemente la storia della vita e delle opere di persone alle quali la sordità parziale o totale, non ha impedito di esprimere la propria grande intelligenza e ceatività. Sono solo quattro esempi che emergono nella storia, divenendo simbolo delle difficoltá vinte dalla forza di volontá e ostinazione delle persone con difficoltá di udito...quando ancora certo non esistevano gli apparecchi acustici !

Ludwig Van Beethoven (1770/1827) firma beethoven

é una figura cruciale dellla musica classica occidentale. Sofferente sin da giovane di ipoacusía, vide peggiorare negli anni questa sua condizione, in assenza di cure e di tecniche che oggi invece esistono. Il genio di questo compositore é un regalo che venne fatto a tutta l´umanitá, la sua vita peró non fú coronata solo di successi ma anche da tante difficoltá familiari e dolori. Scriveva infatti ai fratelli:

“ O voi uomini che mi credete ostile, scontroso, misantropo o che mi fate passare per tale, come siete ingiusti con me! Non sapete la causa segreta di ciò che è soltanto un'apparenza [...] pensate solo che da sei anni sono colpito da un male inguaribile, che medici incompetenti hanno peggiorato. Di anno in anno, deluso dalla speranza di un miglioramento [...] ho dovuto isolarmi presto e vivere solitario, lontano dal mondo [...] se leggete questo un giorno, allora pensate che non siete stati giusti con me, e che l'infelice si consola trovando qualcuno che gli somiglia e che, nonostante tutti gli ostacoli della natura, ha fatto di tutto per essere ammesso nel novero degli artisti e degli uomini di valore. »

Beethoven, nonostante fosse divenuto quasi sordo, componeva musica immaginando il suono, a tal punto giungeva il grado di creativitá di cui egli era dotato.



Teresa di Cartagena (c.1425 – ?) t cartagen

Fu una scrittrice castigliana della metá del XV secolo. Raffinata e dotta, colpita da sorditá in seguito ad una malattia fu autrice di due trattati importanti : Arboleda de los Enfermos, e Admiraçión  Operum Dey. Oltre alle considerazioni spirituali per la dolorosa limitazione di cui soffriva, nei suoi scritti incitava le donne a reagire all´isolamento culturale nel quale erano condannate da una “sorditá” ben peggiore: la discriminazione maschilista delle societá dell´epoca.

 

 

 

Francisco José de Goya y Lucientes (1746 - 1828) goya

Il grande pittore romantico soffriva di sorditá profonda a causa di una malattia contratta nel 1792. Fu autore del primo nudo totalmente profano in Occidente, dai colori carnali e seducenti, “La Maya desnuda” forse famoso quanto la Gioconda del nostro Leonardo da Vinci; la sua vasta opera pittorica é di una bellezza e sensibilitá straordinarie, fu anche fecondo incisore di acqueforti. Di sua mano sono conosciute ben 432 opere, disperse in 65 punti del nostro pianeta, in 211 istituzioni pubbliche e private.

 

 

 

Henrietta Swan Leavitt (1868 – 1921) Henrietta-Swan-Leavitt

L'astrofisica americana soffriva di sorditá profonda. Nel 1893 lavorando presso l´Osservatorio Astronomico di Harward scopri la relazione tra la luminositá e il periodo delle Cefeidi, le cosidette candele del cielo. La luminositá di queste stelle, molto costante, é un punto di riferimento per gli astronomi, e permette di misurare le distanze intergalattiche. Fu una scoperta importante poiché proprio basandosi su questi studi della Leavitt, anni dopo la sua morte Edwin Hubble determinó che l´Universo si sta espandendo.

 

 

Ernest Marshall (1910/1999) Ernest-Marshall

Regista indipendente, la cui vita ha attraversato il novecento americano. Fu il primo regista in assoluto a utilizzare la lingua dei sordi, che ancora non era riconosciuta come tale, nei 7 film e nei 4 cortometraggi che realizzó a proprie spese, da vero appassionato di cinema nel periodo compreso dal 1937 sino al 1962. Ernest era sordo di terza generazione, e la sua professione ufficiale era decoratore di interni, e per 38 anni lavoró all Manhatan´s Mid City Hotel. Appassionato di arti e teatro assieme alla comunitá di sordi newyorkese, contribuì con successo ad animare la vita culturale di una parte della popolazione che normalmente veniva esclusa dalla fruizione degli eventi culturali.

 

 

Marlee Matlin (1965) Marlee Matlin

Attrice americana, ha interpretato magnificamente il personaggio di Sarah Norman nel bel film del 1986: “Figli di un Dio minore”; accanto a William Hurt nel ruolo di un giovane insegnante della Lingua dei Segni Americana, che giunto in una Istituzione per insegnare, incontra una donna di straordinaria forza d´animo e di lei si innamora. La complessa vicenda sentimentale fra i due si sviluppa con grande forza emozionale e narrativa; la giovane Marlee Matlin, che é sorda dalla tenera etá di 18 mesi, interpreta a soli 21 anni un ruolo che le fará vincere l´Oscar come migliore attrice protagonista, e un Golden Globe, nel 1987. Nella sua autobiografia, Marlee racconta che la sua ipoacusia è probabilmente da attribuire ad una malformazione genetica della coclea.

 

 

Pete Townshend (1945) Pete Townshend

Musicista rock, un chitarrista, compositore e paroliere britannico, noto principalmente per essere il leader del gruppo rock The Who. Riconosciuto a lungo come uno dei più dotati e poliedrici performers della musica rock, Pete ha vissuto in pieno boom musicale britannico degli anni '60 e '70. In qualità di chitarrista e compositore del gruppo divenne la forza trainante di una delle creature più potenti, innovative e articolate del panorama rock. In concerto divenne famoso come il chitarrista più teatrale della sua generazione, al culmine degli spettacoli il colpo di grazia: la rituale distruzione della chitarra.Scrittore ed anche editore, Pete per certi versi può addirittura essere considerato un pioniere, se non un profeta, di Internet, un cui primitivo modello ("the Grid") era già presente in Lifehouse, il progetto che stava dietro ai brani poi confluiti in Who's Next. Attualmente, a causa della sua ipoacusia, indossa apparecchi in entrambe le orecchie, senza che ciò abbia influito sulla qualità della sua musica e del suo genio.

Vai all'inizio della pagina

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante qui sotto.